Restauro auto d’epoca: Dove cercare e come sconfiggere la ruggine

Dove cercare e come rimediare alla ruggine

Se stai pensando di acquistare un’auto d’epoca continua a leggere per scoprire dove cercare e come rimediare alla ruggine.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

L’ossidazione sulle auto d’epoca può essere una cosa meravigliosa se venissero usate come abbellimento per il giardino, un po’ come i nani. Tuttavia, per un collezionista che conserva la bellezza della vernice brillante e cromata originale, la ruggine può essere un bel grattacapo.

 

 

Mentre ogni appassionato di auto classiche vuole un’auto che abbia zero ruggine, è raro trovare veicoli vecchi di decenni senza segni di usura. La maggior parte dei professionisti consiglia di acquistare un veicolo con ruggine e poi metterci mano per sistemarla.

La chiave è sapere dove cercare la ruggine prevalentemente e determinare quanto è esteso il danno, così da poter fare una stima dei costi di restauro e scegliere se procedere o meno con l’acquisto.

Ruggine superficiale

 

La ruggine superficiale è esattamente quello che sembra: ossidazione sulla superficie del metallo, di solito dove la vernice si è consumata e l’umidità dell’aria ha raggiunto il metallo superficiale.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Questo tipo è il più facile da riparare e il meno distruttivo se preso in tempo. Una leggera levigatura fino al metallo nudo e l’applicazione del primer per vernici cureranno il problema anche se resterà un piccolissimo benché minimo difetto sul veicolo.

Metallo butterato

Il metallo butterato è la ruggine che ha penetrato la carrozzeria fino al punto di creare buche nella superficie. Anche se non è bellissimo da vedere, questa ruggine è ancora relativamente facile da arrestare. Ancora una volta, levigando la superficie o usando una spazzola metallica per la rimozione, si otterrà una superficie più compatta. A questo punto può essere applicato il primer e proseguire con la verniciatura.

Buchi da ruggine

Mentre i parafanghi, il cofano, le portiere e in generale gli imbullonati sono i più facili da sostituire se arrugginiti, più problematiche sono quelle parti dove si sono formati dei veri e propri buchi.

I buchi da ruggine infatti hanno bisogno di molte ore di lavorazione e quindi di manodopera. Morale della favola: se non siete carrozzieri o muniti di buona manualità probabilmente ci sarà un esborso economico più o meno importante, tutto dipende da quanti buchi ci sono e in quali parti della carrozzeria.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Ci sono varie metodologie per trattare questa problematica: la miglior tecnica a cui si ricorre per non far perdere il valore e l’originalità dell’auto è la saldatura.
Per saldare un buco bisognerà levigare un pezzo di lamiera e saldarla sulla carrozzeria, levigare di nuovo, stuccare e procedere con la parte di verniciatura.

Prima di acquistare un’auto, ti consigliamo sempre di controllare i principali danni strutturali. Valuta i danni e chiedi a un professionista di accompagnarti per darti una chiara visione dell’insieme, controlla le parti nascoste come sotto il vano porta bagagli, sotto la moquette, sotto le guarnizioni, all’interno del vano motore, e sotto la pedaliera.

Ogni dettaglio mancato è una spesa in più. (Può sembrare un eccesso di zelo, ma il tuo portafoglio ti ringrazierà in futuro)

Triumph Roadster 3A (TR3A)

La Triumph Roadster 3detta anche TR3 è un’automobile prodotta dalla Triumph dal 1955 al 1962. Nella foto potete vedere la sua versione aggiornata, conosciuta anche con l’acronimo TR3A, quest’ultima entrò in produzione nel 1957 mentre la versione successiva, chiamata informalmente TR3B, è stata assemblata per la prima volta nel 1962.



La TR3A, come le sue sorelle, faceva parte della categoria delle roadster inglesi con motore anteriore e trazione posteriore.